Noi perseguiamo la sostenibilità sociale

9 Luglio 2024
Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Email
Cari amici lettori,
Ho scelto questo titolo per fare chiarezza su ciò a cui mira Coach di Quartiere. Salvata la sua missione che è innalzare l’indice di sportività dei bambini valorizzando il volontariato civico giovanile, diventa rilevante dotare di resilienza questa funzione.
Una sorta di tridimensionalità progettuale: il vero risultato di un’azione progettuale come quella di Coach di Quartiere, non è solo nell’immediato, ma sta nella realizzazione di un primo palinsesto di programma sportivo civico.
Come progetto di sport e innovazione sociale trova le sua vera dimensione di successo nel medio-lungo termine, superando le sfide della sostenibilità.
Sfide che passano dal grande lavoro quotidiano di semina degli elementi culturali, di costruzione delle relazioni sociali comunitarie, di riprogettazione ai malfunzionamenti delle azioni verso i beneficiari.
Se la sostenibilità ambientale racconta di un’attenzione per l’ambiente per poterci garantire di durare di più nel tempo, quella sociale mira a rendere un progetto capace di rispettare le caratteristiche sociali del contesto. Mentre progetto ed erogo le mie attività faccio in modo che le stesse possano affermarsi nel tempo perché in armonia con le persone, con gli stakeholder, con le risorse necessarie e mantenerle in vita.
Ricerca i presupposti per la sostenibilità sociale di un progetto è un lavoro quotidiano che viene fatto per fare in modo di durare nel tempo, resistendo ai cambiamenti sociali attraverso risposte sempre attuali. Resilienza, e non solo resistenza, flessibilità funzionale ad accogliere i feedback che arrivano dalla comunità.
I bambini vorranno fare i Coach di Quartiere perché ispirati dagli attuali volontari, il progetto raggiungerà obiettivi di welfare insieme al territorio garantendosi la possibilità di essere integrato negli strumenti di welfare di comunità. Le aziende lo adotteranno come strumento per supportare la propria transizione sociale. Nel futuro, partecipare alle attività sarà un’abitudine consolidata e riconosciuto, essere volontario dello sport una fase irrinunciabile nel proprio percorso di crescita.

Potrebbe interessarti anche...

Il partner che vorrei

Nelle passate edizioni della rubrica partnership abbiamo dato voce alle diverse collaborazioni attivate in questi anni. Oggi, sulla base delle molte evidenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to Sport Impact

il percorso di consulenza strategica che accompagna per realizzare il Franchising Sociale di CDQ

Consulenza Step by Step
Meeting di feedback e verifica dei pre-requisiti di attivazione
Diritto di prelazione su licenza territoriale
Opzione Attivalo con un Bando
Opzione Attivalo con il Fundraising
Posti limitati, 4 al mese; in attivazione 1 volta al mese da aprile 2024

La possibilità di sottoscrizione del percorso Go to sport Impact è riservata ai partecipanti al WORKSHOP INFORMATIVO IL FRANCHISING SOCIALE | Coach di Quartiere, la Best Practice di Sport Welfare che massimizza l’impatto sociale.

PROSSIMA DATA

PietraSanta
23 24 marzo | giornata speciale

Grazie!

A breve riceverai una email di conferma.